Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Si capisce che l’estate è giunta al termine e le vacanze sono davvero terminate, quando parte una nuova sfida della Community più bella del web, l’MTChallenge.

Prima della pausa estiva, avevamo preparato dei magnifici Rolls, nello specifico avevo fatto tre Rolls al Radicchio per MTC66.

La vincitrice fu Cristina Galliti, del blog Poveri ma Belli e Buoni, che per il mese di settembre pesca la sua proposta e ci porta in tavola, la Pasta col Pesce.

Con questa ricetta partecipo all’MTChallenge numero 67: la Pasta col pesce!

banner_sfidadelmese_67

Eccomi di nuovo qui di fronte a questo sconosciuto, il pesce.

Si tratta infatti della seconda volta in cui devo affrontarlo, la prima mi cimentai con il Brodetto di pesce “quando la Romagna incontra il Piemonte”.

Come sapete, ahimè sono abituata a mangiare poco pesce e quando lo cucino preparo delle ricette molto semplici.

C’è un piatto però che adoro, mi piace veramente tantissimo, ed è la pasta o meglio gli spaghetti con le vongole.

Me li preparava sempre mia nonna, quando nei fine settimana andavamo a trovarla e ci fermavamo a pranzo da lei. E come potevamo dirle di no?

La ricetta che ho proposto per la sfida, prevede l’utilizzo delle trenette insaporite da un sugo di pomodoro alle vongole e dei dadini di patate passate nelle erbe aromatiche e pangrattato.

Le patate rimangono leggermente croccanti, e conferiscono un sapore particolare al piatto, mi ricordano quelle al forno sempre della nonna.

Scusami Cristina se la spiegazione dell’abbinamento è un pò così, alla buona, ma i ricordi hanno preso il sopravvento e l’emozione è dietro il “piatto”.

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 g di trenette
  • 400 g di vongole
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • 150 ml di brodo vegetale (sedano, carote, cipolla)
  • 1 kg di pomodori (io pomodori a pera dell’orto) oppure passata di pomodoro
  • alloro
  • 2 piccole patate
  • pangrattato q.b.
  • erbe aromatiche essiccate
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione:

Pulite le vongole, controllando che non ci siano gusci vuoti o rotti.

Ponetele all’interno di una ciotola con acqua e sale per un paio d’ore, in questo modo la sabbia si depositerà sul fondo.

A questo punto, lavate accuratamente le vongole e mettetele in una padella dai bordi alti con lo spicchio d’aglio e un filo di olio extravergine d’oliva.

Coprite con il coperchio e fate cuocere fino a quando tutte le valve si saranno aperte.

Conservate alcune vongole con i gusci per la decorazione, le restanti sgusciatele.

Filtrate il sugo per eliminare possibili residui di sabbia e versatelo di nuovo nella padella insieme alle vongole.

Aggiungete il brodo vegetale poco alla volta e lasciate cuocere per 10-15 minuti, senza farlo asciugare troppo.

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Versate due o tre mestoli di passata di pomodoro comprata o preparata in precedenza, unite due foglie di alloro e il prezzemolo.

Mescolate e amalgamate bene tutti gli ingredienti.

Passata di Pomodoro

Per la passata di pomodoro ho utilizzato la qualità a pera che abbiamo coltivato nel nostro orto.

Ho lavato e tagliato a pezzi i pomodori, li ho messi in un pentolino e fatti cuocere su fuoco dolce per circa 30 minuti.

Non avendo a disposizione un passaverdura ho scelto un colino, e con l’aiuto di un cucchiaio ho passato i pomodori.

Ho messo di nuovo tutto sul fuoco per altri 25-30 minuti, così da ottenere una passata di pomodoro non troppo densa.

Una parte l’ho versata in un barattolo con il coperchio e riposta in frigorifero da utilizzare il giorno dopo per accompagnare le polpette, mentre l’altra è finita nel sugo di vongole.

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

Preparate le patate, privandole della buccia, tagliatele a dadini piccoli e passatele nel pangrattato con le erbe aromatiche.

Cuocete le patate con un filo d’olio extravergine d’oliva nel microonde con la modalità Crisp per 8 minuti circa.

Nel frattempo portate a ebollizione l’acqua in una grande pentola, aggiungete il sale e cuocete le trenette al dente.

Trasferite la pasta nella padella con il sugo e aggiungete un mestolo di acqua di cottura, lasciate assorbire i liquidi e poi saltate le trenette.

Mantecate per bene, tutti gli ingredienti devono amalgamarsi tra di loro e dar vita ad un arcobaleno di sapori.

Unite le patate aromatiche e servite le Trenette alle vongole con sugo di pomodoro.

Trenette alle vongole con sugo di pomodoro e patate aromatiche MTC N 67

4 commenti

  1. Bellissima proposta, devo provarla perchè mi intriga proprio!!!

  2. Mi fa piacere che tu abbia vinto la reticenza e ci abbia provato ricordando la nonna. Da un punto di vista emotivo va tutto bene ma da un punto di vista tecnico devo correggerti qualcosina. Le vongole andrebbero fatte appena schiudere, se le cuoci troppo, si induriscono, si asciugano e ne impoverisci anche le qualità nutrizionali, sono ricche di vitamina b12 che se ne va subito se sottoposte a cotture troppo violente e prolungate.
    Non capisco poi l’aggiunta delle patate, soprattutto arrostite, e ancora del pan grattato, ho paura che asciughino troppo il tutto e vanno a discapito anche del gusto del mare.
    Ti invito a riprovarci e spero che i miei consigli ti servano a migliorare il risultato. Fammi sapere ok? Ci conto!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Grazie mille per i tuoi consigli, di solito faccio la pasta con le vongole più piccole, e quindi come dici le faccio appena schiudere.
      Era la prima volta che utilizzavo queste e pensavo avessero bisogno di maggior tempo di cottura.
      Le patate aromatiche con il pangrattato le ho aggiunte per dare croccantezza e “ruvidità” al piatto.
      Proverò sicuramente a rifare il piatto per migliorare il risultato finale.

  3. Eccomi, Camilla… allora, Cristina ti ha già detto tutto, per cui mi limito a qualche considerazione generale. la prima è che non dovete mai preoccuparvi di soddisfare tutte le componenti tattili in un piatto. Se le protagoniste sono le vongole, l’unica tua preoccupazione deve essere quella di valorizzarle. Se vuoi una componente croccante (ma ci sono già gli spaghetti al dente :), va bene una spolverata di pan grattato aromatico o un po’ di scorza di limone confit, poniamo. Ma nulla che distragga dal sapore, come queste deliziose patate che sarebbero perfette in una pasta bianca. Ecco, in una pasta bianca, patate e vongole perché no? potrebbero essere la risposta alle più collaudate patate e cozze. Prova magari cosi e non demordere, perchè le tue idee sono buone. bisogna solo trovare il modo di valorizzarle come meritano.

Lascia un commento