Triora: il Paese delle Streghe

Triora il Paese delle Streghe

Triora è un borgo medievale che domina dai suoi 780 metri di altitudine tutta la Valle Argentina, nell’estremo Ponente Ligure.

Situato nel cuore del Parco delle Alpi Liguri, è conosciuta soprattutto perché qui si è celebrato dal 1587 al 1589 un importante processo per stregoneria, culminato con alcune sentenze di condanna a morte.

Deve l’origine del nome al latino tria ora, ovvero tre bocche, come quelle del cerbero, rappresentato nello stemma del Comune.

Triora il Paese delle Streghe

Abbiamo avuto il piacere di visitare questo grazioso borgo lo scorso Agosto, come prima tappa della nostra breve vacanza in Liguria.

Devo ammettere che (ahimè) non conoscevo questo paese fino a quando ho letto un paragrafo su un giornale che neanche parlava di viaggi.

Da quel momento mi sono documentata e ho aggiunto subito Triora al mio percorso.

Triora il Paese delle Streghe

La Cabotina

Situata “dietro la Colla” la zona ha un aspetto misterioso.

Secondo la tradizione in questo luogo le streghe si riunivano per compiere le loro opere malefiche.

Triora il Paese delle Streghe

Abbiamo visitato Triora durante le ore più calde, quando il cielo ero di un azzurro meraviglioso e il panorama trasmetteva pace e tranquillità.

Essendo il giorno di Ferragosto c’erano moltissimi turisti, rappresentati da famiglie e coppie.



Booking.com

Nonostante ciò il paese si poteva visitare in tutta calma e senza troppo caos…

…forse perché a mezzogiorno tutti erano seduti comodamente ad un  tavolo di ristorante?

Triora il Paese delle Streghe

Bé noi abbiamo pranzato alle 14 circa, al bar nella piazzetta del paese con la tipica torta verde e un buonissimo panino farcito con prosciutto e toma piemontese.

Triora il Paese delle Streghe

Ecco, non fate come me che ho messo le “ciabatte” ma indossate un paio di scarpe comode, così alla sera non avrete male ai piedi!

Manifestazioni

Originali e divertenti sono i numerosi eventi, tra i quali: Triora West, Strigora, Festa del Fungo e Halloween, che attirano ogni anno migliaia di visitatori.

Triora il Paese delle Streghe

I Carugi

Sono viuzze strette e ripide che percorrono il centro storico del borgo.

Triora il Paese delle Streghe

A descrivere la storia e la cultura locale sono gli oggetti ed i documenti esposti nel Museo Etnografico e della Stregoneria, ubicato all’inizio del centro storico.

Triora il Paese delle Streghe

Una parte è dedicata alla fauna, alla vita contadina ed agli oggetti e attrezzi di un tempo.

La sezione più interessante è quella dedicata alla stregoneria.

Il museo è gestito dall’Associazione Turistica Pro Triora.

Triora il Paese delle Streghe

I resti delle antiche vestigia sono oggi meta del turismo internazionale e fra i più celebrati della Liguria di ponente.

Triora il Paese delle Streghe

Il Comune di Triora fa parte da diversi anni dei circuiti de “I Borghi più Belli d’Italia”, delle “Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano” e delle “Città del Pane”.

Pane di Triora
Pane di Triora – Foto di http://www.paneditriora.it/

Quest’ultimo marchio è stato attribuito per il tipico pane dalla forma rotonda denominata “Pane di Triora”, che ha ottenuto anche il marchio De.Co.

Triora il Paese delle Streghe

18 commenti

  1. Articolo molto interessante, non conoscevo questo piccolo borgo. E’ molto caratteristico e non troppo distante da Milano, quindi sarà ottimo per una gita.

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ti ringrazio tanto.
      Il paese è molto grazioso perfetto per una gita fuori porta, sia durante il periodo di Halloween, perché è caratteristico, ma anche in primavera offre un bellissimo panorama. ciao

  2. Conosco poco la riviera di ponente. Farei volentieri un bel giro a Triora.

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      La riviera di ponente ha moltissimi paesini con tante bellezze da ammirare, basta solo avere il tempo per scoprirle! 😀

  3. Mi piacerebbe molto visitarlo per Halloween, ma da Bologna è un po’ scomodo! 🙁 Me lo segno comunque per una gita futura!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Eh si da Bologna è lontano, però in primavera oppure estate è perfetto per trascorrere un tranquillo fine settimana. 🙂 ciao

  4. Volevi “stregare” anche noi? Eh Eh… 😉 che bello, vedi che molto spesso le chicche non sono molto pubblicizzate. Grazie per il post.

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Siiiii…ahaha
      Ci sono tanti piccoli paesi che purtroppo non sono conosciuti come dovrebbero.
      Grazie a te per il commento. Un abbraccio 🙂

  5. Carinissimo! Aggiunto alla mia interminabile bucket list!😉

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Si è un piccolo paesino, che secondo me vale la pena visitare. 🙂

  6. Ma che bellino questo paese, nemmeno io lo conoscevo. Mi hai incuriosito e sembra perfetto per Halloween 😉

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Si proprio carino.
      Mi piacerebbe tornarci per festeggiare Halloween! 😀

  7. Dai bellino questo paese! Non lo conoscevo per niente, e d’altra parte non sono una grande esperta di Liguria. Però le storie un po’ misteriose su maghi e streghe mi intrigano molto, quindi mi sa proprio che devo segnarmelo! 🙂

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ahhhh allora si, segnati pure questo suggestivo paese, vale la pena anche solo una breve visita! 🙂

  8. Spettacolare deve essere fra poco…ma non so se ci farei un giro la sera, mi impressiono per niente!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ahaha…bé allora organizza una visita per una giornata in primavera, così puoi girare tranquilla, almeno credo…scherzo! Buona giornata un bacione 🙂

  9. Ma il pane è fatto con una farina particolare?

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Il pane di Triora è prodotto con 3 farina differenti, la 0, 00 e quella di grano saraceno. 🙂

Lascia un commento