Piantine VS Semi. Cosa scegliere? – L’ORTO AL NATURALE

Piantine VS Semi. Cosa scegliere? - L'ORTO AL NATURALE

Quando si conoscono poche cose su come iniziare a fare l’orto nel modo corretto, c’ è la possibilità di riscontrare maggiori difficoltà fin dai primi momenti, soprattutto per chi è alle prime armi.

Uno dei dubbi più frequenti risulta questo: “È meglio acquistare le piantine oppure i semi?”

Nell’ articolo abbiamo riassunto i PRO e CONTRO delle due categorie, mettendole a confronto l’una con l’altra, in modo da aiutarvi in questa difficile scelta.

Noi alla domanda “È meglio Piantare o Seminare?” rispondiamo così… Dipende.

Ogni persona, in base alle proprie capacità, agli spazi che ha a disposizione ed al tempo che può dedicare all’orto decide la soluzione migliore per se stesso.

Piantine VS Semi. Cosa scegliere? – L’ORTO AL NATURALE

Comprare piantine da orto: pro e contro

Piantine VS Semi. Cosa scegliere? - L'ORTO AL NATURALE

Piantine da orto: gli aspetti positivi

IL TEMPO:

Se decidiamo di partire acquistando le piantine presso un vivaio, avremo un notevole risparmio di tempo.

Questo perché la piantina sarà già ben sviluppata e pronta per essere trapiantata in pieno campo.

LA ROBUSTEZZA DELLA PIANTINA:

Sembra che le piantine acquistate siano più resistenti alle malattie, perché molte aziende che le producono, testano negli anni le varietà e vengono selezionate solo le semenze migliori.

LA SCELTA PIÙ SEMPLICE:

Per chi decide di fare per la prima volta l’orto , le piantine sono sicuramente un alleato favorevole per la buona riuscita della coltivazione.

Piantine da orto: gli aspetti negativi

IL PREZZO:

Il lato negativo di acquistare le piantine da orto deriva dal prezzo maggiore rispetto ad una bustina di semi.

I prezzi delle piantine da orto variano in base allo sviluppo della pianta.

Per esempio:

  • le piccole piantine vengono vendute in confezioni da quattro o sei, e posso costare 2 o 3 euro;
  • una piantina più grande viene venduta singolarmente ad un costo di circa 1 euro;

Poi ci sono le cosiddette piante innestate (come la melanzana nella fotografia qui sotto) ovvero quelle create dall’unione della radice di una pianta molto forte, sana e resistente alle malattie del terreno con la cima di un’ altra pianta potenzialmente in grado di produrre frutti di grande pregio, ma con apparato radicale sensibile alle malattie.

Queste piantine hanno un costo di 3 o 4 euro l’una.

Piantine VS Semi. Cosa scegliere? - L'ORTO AL NATURALE

DIFFICOLTÀ DI ACQUISTO:

Se le bustine dei semi da orto sono facilmente acquistabili nei supermercati (attenzione ai marchi), le piantine da orto vengono comunemente comprate ma sopratutto scelte nei negozi specializzati. Questo accade perché (dovrebbero) sono più “guardate” dall’addetto alle vendite, curate e innaffiate a dovere e poi si trovano molte più varietà tra cui scegliere.

LIVELLO DI SICUREZZA BIOLOGICO:

Nel momento dell’acquisto delle piantine bisogna prendere in considerazione la possibilità che esse abbiamo subito dei trattamenti in precedenza e quindi non si ha la sicurezza che il prodotto sia totalmente naturale.

Comprare sementi da orto: pro e contro

Piantine VS Semi. Cosa scegliere? - L'ORTO AL NATURALE

Semi da orto: gli aspetti positivi

IL PREZZO:

Acquistare una bustina di semi da orto è sicuramente più conveniente rispetto ad una piantina.

Il costo di una bustina di semi da orto (comune) si aggira intorno ad 1 euro, stesso prezzo di una piantina con la differenza che quest’ultima è singola mentre i sementi sono davvero tanti.

LA SODDISFAZIONE:

È sicuramente molto gratificante veder nascere una piantina dal seme che si ha interrato tempo prima.

Si inizia con la scelta del terriccio giusto, continuando con la sistemazione dei vasetti in un semenzaio o in una piccola/grande serra e alla fine ci si prende cura del seme innaffiando regolarmente fino al momento della nascita, crescita e del tanto atteso trapianto nell’orto.

LIVELLO DI SICUREZZA BIOLOGICO:

Partendo le coltivazioni dal seme, si ha la totale sicurezza di far crescere una piantina naturale, senza l’utilizzo di prodotti chimici, dannosi per la nostra salute.

Semi da orto: gli aspetti negativi

IL TEMPO:

Se decidete di utilizzare i semi per le vostre coltivazioni, dovete sapere che ci vorrà più tempo rispetto alle piantine .

Dovrete incominciare prima per rimanere al passo con i periodi di semina.

LA ROBUSTEZZA DELLA PIANTINA NATA DAL SEME:

Le piantine nate dai semi delle bustine, risultano, almeno nei primi tempi, più deboli e fragili rispetto a quelle acquistate nei vivai.

Bisogna controllarle periodicamente e assicurarsi che siano nella giusta posizione, di luce e calore e che non siano attaccate dagli insetti.

LE TEMPERATURE OTTIMALI:

Far crescere una piantina partendo dal seme non è per niente semplice. Uno dei fattori che determina la buona riuscita è senza dubbio il clima.

Non deve fare troppo freddo, altrimenti non nascono, ma neanche troppo caldo, perché rischiano di seccare e morire.

È fondamentale quindi trovare la giusta posizione della serra o del semenzaio, così si è sicuri di ottenere un buon risultato finale.

Comunque, sia che voi scegliate di acquistare una piantina oppure direttamente i semi, il nostro consiglio è quello di valutare sempre la qualità dei marchi che si trovano in commercio.

Se avete la possibilità, e conoscete dei contadini o agricoltori nelle vostre zone, comprate la semenza oppure le piantine da loro. Saranno certamente biologici.

Lascia un commento