#PROUSTANDTRIP: LA CASCATA DEI SAPORI

#PROUSTANDTRIP: LA CASCATA DEI SAPORI

Dopo averlo annunciato, il mal tempo è arrivato e la pioggia, cade violentemente sul tetto di casa.

Questo non è di certo il clima primaverile che mi aspettavo, però per i terreni ed il nostro orto l’acqua fa molto bene.

Oggi purtroppo non sarò a casa, ma per quelli di voi che lavoreranno al computer oppure passeranno un tranquillo pomeriggio, vi invito a scoprire le mie risposte del #PROUSTANDTRIP: IL QUESTIONARIO DI PROUST ALLA MODA DI TRIPPANDO.

L’ultimo libro che ho regalato.

Il gatto che aggiustava i cuori – Rachel Wells (Garzanti)

Un protagonista dolce e buffo come il gatto Alfie, e la sua capacità di aiutare le persone a ritrovare sé stesse.

Un libro che regala felicità, e insegna che c’è sempre una sorpresa in arrivo.

L’ultimo libro che ho letto.

Lo Zen e la cerimonia del tè – Kakuzo Okakura (Universale Economica Feltrinelli – Oriente)

Attraverso il simbolo del tè, Okakura descrive la cerimonia, quasi religiosa, come un vero e proprio rito.

Si tratta di un libro che racconta la cultura e la storia del Giappone nei vari periodi storici.

Ne ho parlato in modo approfondito QUI.

#PROUSTANDTRIP: LA CASCATA DEI SAPORI

L’ultimo libro che ho acquistato in una libreria indipendente.

Il mio orto tra cielo e terra <Appunti di meteorologia e ecologia agraria per salvare clima e cavoli> – Luca Mercalli (Aboca)

In questo libro, ricco di riflessioni e di informazioni utili per chi voglia approfondire i temi della sostenibilità ambientale, Mercalli ci dimostra, come sia possibile coltivare un pezzetto di terra senza ricorrere ai dannosi fitofarmaci, nel rispetto della biosfera.

Mette il lettore di fronte all’ipotesi concreta che ognuno, con i mezzi di cui dispone, può davvero impegnarsi ogni giorno per la tutela del Pianeta e della propria qualità di vita.

Un libro che non ho compreso.

Ce ne sono stati alcuni, ma non ricordo i titoli e ad oggi non li ho in libreria con me.

Un libro acquistato in viaggio.

La cuoca di D’Annunzio <I biglietti del Vate a “Suor Intingola”. Cibi, menù, desideri e inappetenze al Vittoriale. – Maddalena Santeroni e Donatella Miliani (Utet)

Per quasi vent’anni Gabriele D’Annunzio comunicò con la sua cuoca “Suor Intingola” per mezzo di una miriade di piccoli biglietti, inviati a ogni ora del giorno e della notte.

Le sue imprevedibili richieste culinarie: costolette di vitello e frittata, cannelloni e patatine fritte, biscotti e cioccolata, ma soprattutto uova sode, sicuramente l’alimento preferito da d’Annunzio.

Una delle frasi più belle letta in un libro.

Nek Filippo Neviani – Lettera a mia figlia sull’amore (Rizzoli)

Cosa deve insegnare un padre a una figlia, se non il potere dell’amore?

In questa lunga lettera, con parole dolci e toccanti, Nek spiega l’amore in tutte le sue sfumature, da quello spassionato che fa fare le acrobazie, all’amore maturo che fa le sue scelte e vive le sue sofferenze.

#PROUSTANDTRIP: LA CASCATA DEI SAPORI

Un libro che mi hanno consigliato, ma ancora non mi sono deciso/a a leggere.

Il giro del mondo in bicicletta. <La straordinaria avventura di una donna alla conquista della libertà> – Peter Zheutlin (Elliot)

Un libro che ho letto, ma mi vergogno a dirlo.

Il Magico Potere del Riordino <Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita> – Marie Kondo (Antonio Vallardi Edizioni).

Il libro che non mi sento ancora pronto/a a leggere.

Non saprei ci sono moltissimi libri che vorrei leggere ma fino a quando non mi deciderò ad acquistarli vorrà dire che non era ancora il momento.

Il primo libro che metterei nello zaino se partissi domani per un viaggio a piedi.

Piccoli limoni gialli – Kajsa Ingemarsoon (Oscar Mondadori)

Perdere tutto e ricominciare.

Da un piccolo ristorante che porta nella fredda Svezia il profumo degli agrumi.

Tre libri che sarei disposto a leggere e rileggere se dovessi restare mesi su un’isola deserta.

*Del film Ho cercato il tuo nome ne ho parlato anche QUI.

I libri che sono in questo periodo sul mio comodino.

dove comincia l’Abruzzo – Paolo Merlini e Maurizio Silvestri (Exorma)

Un libro di un viaggio e una guida.

In giro per una settimana con i mezzi pubblici sulle strade d’Abruzzo, i “protagonisti” saranno ospiti di pastai, ristoratori dannunziofili, vignaioli e pastori.

Tra saporiti formaggi e profumati vini, si ritrovano a L’Aquila dove incontreranno ideali compagni di viaggio…

L’Abruzzo è la regione dei mille viaggi possibili!

Il libro di cui avrei voluto essere protagonista.

Sweet Love <La ragazza delle torte – Elena Bosca (La Corte Editore)

La protagonista è Wendy, una giovane ragazza con un lavoro stabile, una nuova casa e un ex fidanzato che non la vuole più.

Un giorno, improvvisamente, la sua vita viene stravolta, facendole trovare il coraggio di seguire un sogno e di aprire un Cake Shop tutto suo.

#PROUSTANDTRIP: LA CASCATA DEI SAPORI

6 commenti

  1. L’unico che ho letto è Ho cercato il tuo nome ma altri titoli mi sembrano molto interessanti 🙂 Sono proprio curiosa di leggere una guida di Merlini

  2. Non ho letto nessuno di questi libri…alcuni hanno dei titoli interessanti. Li ho segnati perché mi hanno catturata facendomi immaginare storie e personaggi. Quanto è bello leggere!!!

  3. Che bello il lobro di D’Annunzio! È uno dei miei personaggi letterari preferiti..uno spirito libero quasi un cavallo pazzo! Vorrei tanto leggere delle sue stranezze culinarie visto che ai tempi della scuola i professori mi avevano raccontato tante curiosità su di lui tanto da farmelo amare proprio per ol suo essere diverso! Bella rubrica e ottimo spunti di lettura!

  4. il libro che porterei con me ovunque, l’unico che non ho mai prestato, ma tante volte regalato Cent’anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez. Dei titoli che hai detto mi ispirano tanto il Gatto che aggiustava i cuori , il giardino segreto.
    Ps sul potere del riordino secondo me non ti perdi un gan che!

  5. Post utilissimo in previsione dell’estate! Ho segnato un po’ di titoli…perché non ho letto nessuno di questi libri 😉

  6. Ammetto che neanch’io ho letto nessuno di questi libri, nonostante sia un’ assidua lettrice! Mi ispira molto Il gatto che aggiustava i cuori, mi sa che vado a controllare se c’è nella biblioteca del mio paese! 🙂

Lascia un commento