FRITTURA PERFETTA: I miei consigli!

FRITTURA PERFETTA: i miei consigli!

Mi è capitato spesso leggendo i giornali o navigando su internet di trovare articoli utili che trattassero l’argomento della frittura con consigli e regole, ho pensato così di segnare quelle che secondo me sono le fondamentali.

Se avete anche voi dei suggerimenti fatemelo sapere con un messaggio nei commenti qui sotto.

  • L’olio d’oliva è il più adatto alla frittura, è capace di sostenere le alte temperature (200°). Per un gusto più delicato, scegliere olio di semi d’arachide o di mais, entrambi stabili fino a 190°.
  • La temperatura è molto importante, perché, se non è abbastanza elevata l’alimento s’impregna di grasso e, se invece lo è troppo, ne brucerà la superficie senza riuscire a cuocere l’interno.

Per verificare la giusta temperatura:

  1. Con l’apposito termometro controllare che la temperatura non superi i 180°.
  2. Immergere nell’olio un pezzetto di impasto da friggere, dovrà risalire a galla entro pochi secondi.
  3. Immergere un cucchiaio di legno o uno stecchino, se l’olio è caldo al punto giusto si formano subito tutto intorno tante bollicine.
  • L’olio deve sempre essere abbondante.
  • Quando si frigge, il cibo va immerso nell’olio prima che inizi a fumare.
  • Friggere poche bugie/frittelle etc. alla volta, così la temperatura dell’olio non si abbassa troppo e c’è tutto lo spazio che consente all’impasto di buttare fuori la sua umidità.
  • Reintegrare l’olio, man mano che si consuma, in modo che il livello rimanga sempre costante. Altrimenti inizia a fumare e tende a bruciare.
  • Scolare bene con un mestolo forato e passare le bugie/frittelle etc. su carta da cucina, cambiandola più volte.
  • Zuccherare le bugie e/o frittelle tiepide, se sono ancora molto calde lo zucchero rischia di sciogliersi ed essere assorbito.
  • Non riutilizzare l’olio già usato, produce sostanze dannose alla salute.

Gli strumenti per friggere:

  • Padella a bordi bassi. Può essere antiaderente o di ferro. In questo caso, per evitare che arruginisca pulirla strofinandola con carta assorbente da cucina. Ideale per friggere frittelle di forma appiattita.
  • Casseruola svasata a bordi alti. Può essere in ferro o in alluminio pesante, ed è generalmente corredata da un cestello per scolare i cibi fritti. Perfetta per i cibi di piccola pezzatura.
  • Friggitrice elettrica. Permette, tramite un termostato incorporato, di regolare la temperatura mantenendola costante per tutta la cottura. Molti modelli sono dotati anche di un timer e di un coperchio con filtro permanente.

1 commento

  1. Ottimi consigli Camilla! La frittura è un’operazione delicata in cucina, si rischia di sbagliare e non portarla a termine in maniera corretta.

Lascia un commento