Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi

Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi

Ah l’Autunno, l’Autunno… quanto mi piace!

Non solo per i caratteristici paesaggi dai suggestivi colori, non solo per i profumi e sapori dei piatti preparati con ingredienti di stagione ma anche perché durante l’autunno vengono organizzate moltissime feste e sagre di paese.

Qualche settimana fa, sono stata a Piozzo, un comune nella provincia di Cuneo, per la seconda volta, in occasione della Fiera Regionale della Zucca.

Tra i tantissimi banchi di zucche da mangiare e zucche ornamentali, vi sono anche quelli con i prodotti tipici locali tra cui le Pere Nashi coltivate dall’Azienda Frutticola Romanisio con sede proprio a Piozzo.

E niente… ve lo dico proprio così… io vado pazza per questa varietà di pere, sono croccanti e succose dal sapore unico!

Quest’anno oltre a quelle demoninate Pià ho assaggiato le Aky che maturano proprio nel mese di ottobre e come già immaginavo le ho trovate buonissime.

Si sa che le pere si sposano benissimo con il cioccolato e quindi dall’amore fra questi due ingredienti è nata una nuova ricetta dolce per il blog.

Per scoprirne di più, vi invito a leggere le prossime righe del mio articolo… non ve ne pentirete. Parola di Golosa!

Pere Nashi Azienda Agricola Romanisio Piozzo

Per il progetto #CookingeBeauty, (la rubrica ideata in collaborazione con Mariacarla, Beauty e Lifestyle Blogger di MyFloreschic) di Ottobre abbiamo scelto la Pera ed io ho deciso di preparare la ricetta della Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi.

Ogni mese i nostri articoli avranno come protagonista un ingrediente (a volte di stagione altre no), raccontato sia dal punto di vista culinario che cosmetico.

Gli altri articoli pubblicati in precedenza li trovate all’interno del blog cercando Cooking e Beauty.

Cooking e Beauty La Pera

Cooking & Beauty ottobre pera

Pera Nashi – La Storia

Il nashi o pero giapponese è comunemente conosciuto come pera-mela e pera asiatica

L’albero da frutto appartiene alla famiglia delle Rosacee e al genere Pyrus.

E’ originario delle zone a clima temperato e subtropicale della Cina Orientale  (dove è chiamato li, mentre il termine nashi è di origine giapponese e significa “pera”).

In Cina era coltivato e consumato già 3.000 anni fa, pensate che durante la dinastia Han, esistevano ampie coltivazioni di nashi lungo le rive del fiume Giallo e del fiume Huai.

Fu introdotto in America dai minatori cinesi, nel XIX secolo, i quali cominciarono a coltivare questa specie, denominata “pera cinese”, lungo i fiumi della Sierra Nevada.

Alla fine del 900 è iniziata la coltivazione nel Nashi anche in Europa.

La Cina è il principale produttore di Nashi al mondo, con una produzione annuale di 1.000.000 di tonnellate. Il secondo è il Giappone con 500.000 tonnellate, seguono poi la Corea del Sud, la Nuova Zelanda e gli Stati Uniti.

In Italia la produzione resta marginale, ma i pochi produttori lavorano per ottenere un prodotto di grande qualità.

View this post on Instagram

L’autunno è una delle nostre stagioni preferite. Non solo per i colori meravigliosi che vestono le nostre colline, ma anche per i generosi frutti che raccogliamo. Uno tra questi la #peranashi varietà #Aky. Una pera invernale fresca e croccante, dal colore bronzo dorato. Non poteva che richiamare i colori della nostra terra in questo periodo. Chi di voi la conosce? ✨🍂 #feliceadesso#campagnaamica#knowyourfarmer#autunno#fallinlove#fall#colors#colorsoffood#lessenzialevisibilealcuore#agricolturasostenibile#agricolturaconsapevole#biodiversità#simplethingsphilosophy#coldiretti#campagnaamica#alritmolentodellestagioni#labellezzasalverailmondo#ilmiobosco#alritmolento#alvearechedicesi#handsinframe

A post shared by Romanisio (@azfrutticolaromanisio) on

Pera Nashi – Caratteristiche

Il frutto ha la forma rotonda simile a quella di una mela, mentre la polpa, con un’acidità bassa o inesistente, è compatta, succosa e croccante simile a quella delle pere.

Il sapore è dolce e profumato, con tonalità leggermente alcoliche.

Si distingue per la caratteristica punteggiatura della buccia che è liscia o leggermente ruvida, di colore da dorato-bronzato a giallo verde, differente a seconda delle varietà.

Il Nashi è noto per la ricca presenza di magnesio, benefico per ridurre la stanchezza e la fatica ma contiene anche molti altri sali minerali.

Pera Nashi – Varietà

Esistono più di 100 varietà al mondo. Le due che meglio si adattano al nostro territorio e che l’Azienda Frutticola Romanisio di Piozzo ha deciso di coltivare sono:

PIA’: dal colore bronzo arancio e con forma tonda leggermente allungata, di sapore gradevole, dolce e succosa, e di buona conservazione. Matura ad inizio settembre.

AKY: dal colore bronzo chiaro e con forma asimmetrica, di sapore dolce e succoso con polpa fine e vanigliata al palato e croccante. Di lunga conservazione. Matura a metà ottobre.

Cooking e Beauty ottobre MyFloreschic la pera

PROPRIETÀ DELLA PERA: UN FRUTTO PREZIOSO PER LA PELLE

Scopriamo insieme a Mariacarla i benefici che questo prezioso frutto può avere sul nostro corpo.

BURRO CORPO NUTRIENTE CIOCCOLATO VERDE E PERA DI DELIDEA

Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi

Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi

La ricetta è tratta da A SCUOLA DI PASTICCERIA CON IGINIO MASSARI VOLUME 5 – CREME, MOUSSE E BAVARESI

Ingredienti:

  • 200 ml di panna fresca
  • 100 ml di latte
  • 40 g di zucchero di canna
  • 140 g di tuorli
  • 1 baccello di vaniglia
  • 100 g di cioccolato fondente
  • 2 pere Nashi varietà Aky

Preparazione:

Fate bollire il latte con i semi prelevati dal baccello di vaniglia e la panna.

Mescolate lo zucchero di canna, i tuorli e il cioccolato fondente precedentemente tagliato a pezzetti con le fruste elettriche.

Versate sopra al composto il latte caldo e amalgamate gli ingrediente per 3 minuti.

(Coprite la ciotola con la pellicola trasparente per alimenti e trasferite in frigorifero. Il giorno dopo passate il composto al colino.)

***Potete anche omettere questo passaggio e concludere subito la preparazione del dolce.

Tagliate le pere Nashi a fettine sottili e disponetele sul fondo delle pirofile monoporzione.

Versate la crema di cioccolato sulle pere e cuocete a bagnomaria, nel forno già caldo a 130°C per 60 minuti.

Lasciate raffreddare e poi ponete in frigorifero fino al momento di servire.

Cospargete la Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi con lo zucchero di canna e caramellate la superficie con la fiamma del cannello per formare una crosticina croccante.

Decorate con le Pere Nashi a fette caramellate.

Crème Brûlée al Cioccolato Fondente e Pere Nashi

Lascia un commento