Focaccia con esubero di pasta madre

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

Oggi secondo il CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO (un progetto che è nato e sta crescendo grazie all’AIFB – Associazione Italiana Food Blogger) inizia la Settimana delle Focacce con Monica Costa come Ambasciatrice.

Banner Calendario

Focàccia s. f. [lat. tardo focacia, agg. f., der. di focus «focolare»] (pl. –ce). –

Pane di forma bassa e schiacciata, condito con olio o altri ingredienti, cotto nel forno (in questo senso è meno com., spec. in Toscana, di schiacciata); nell’Italia settentr., nome di dolci tradizionali, di pasta lievitata e condita, diversi da regione a regione; altrove, come nell’Italia merid., indica pietanze casalinghe fatte di strati di pasta con varî ingredienti e cotte nel forno. Rendere pan per focaccia, frase prov., rendere la pariglia, ricambiare un torto o sim., talora rincarando la dose.

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

Le origini della focaccia sono molto antiche; già fenici, cartaginesi e greci utilizzando farine di orzo, di segale e di miglio ne cuocevano al fuoco ; e dal latino focus deriva l’etimologia di focaccia.

Nell’antica Roma le focacce venivano offerte agli dei ed in epoca rinascimentale consumate insieme al vino nei banchetti di nozze.

Come il pane, ma più ricca per via dei grassi, olio o strutto, utilizzato per l’impasto o per il condimento, in Italia è da sempre particolarmente diffusa.

Cibo di viaggiatori e pescatori la focaccia pare debba la sua nascita anche ai lunghi tempi d’attesa che i fornai dovevano affrontare durante le notti di lavoro, ore ingannate infornando direttamente sulla base del forno pezzi di pasta non lievitata, che una volta cotti venivano mangiati in compagnia magari farcite di ortaggi, salumi o formaggi.

Oggi parlare di focaccia significa correre con il pensiero e la gola verso la regione italiana creatrice di vere leggende: la Liguria che con le sue innumerevoli tipologie di focacce si è affermata nel panorama gastronomico mondiale.

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

Ingredienti:

  • 200 g di esubero di pasta madre
  • 450 g di farina 1 macinata a pietra
  • 280 g di farina di Kamut
  • 400 ml di latte di capra
  • 30 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 50 ml di olio di riso
  • 15 gr di sale
  • 1 cucchiaino/bustina di malto o di miele
  • Rosmarino/Olio/sale q.b

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria mettete il lievito madre, il malto e fateli sciogliere insieme al latte di capra.
Aggiungete la farina 0 e lavorate l’impasto, versate l’acqua tiepida e successivamente la farina di kamut.

Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed incordato, unite infine il sale e l’olio di riso a filo.

Impastate su un piano leggermente infarinato, formate una palla e mettetela a lievitare in una ciotola, fino al raddoppio di volume.

_ Io ho preferito mettere l’impasto in frigorifero per una notte e il giorno seguente l’ho lasciato a temperatura ambiente per 3 ore _

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

Stendete l’impasto della focaccia, con queste dosi mi sono venute 3 focacce rotonde come quella nella fotografia qui sopra.

Mettete a lievitare sulle teglie rotonde con la carta da forno, per circa 2 ore.

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

Spennellate la superficie con l’olio, premete con i polpastrelli e insaporite con un pizzico di sale.

Infornate a 180° per circa 20 minuti.

Lasciate raffreddare su una griglia.

Focaccia-con-esubero-di-pasta-madre-al-rosmarino

FONTI:

http://www.treccani.it/vocabolario/focaccia/

http://www.taccuinistorici.it/ita/news/contemporanea/pani-e-focacce/focaccia-e-fugassa.html

6 commenti

  1. Davvero originale l’uso del latte di capra nell’impasto..deve rimanere sofficissima 😛
    Complimenti Camilla, vedo con piacere che il tuo lievito madre va alla grande ^_^

    1. lacascatadeisapori dice: Rispondi

      Grazie mille!
      La focaccia risulta bella morbida e saporita. 🙂
      Si, il mio lievito madre sta benone e mi dà grandi soddisfazioni!

  2. In molti non amano utilizzare l’esubero di pasta madre ma anch’io come te lo utilizzo sempre…ma non ho mai provato a farci una focaccia, bella idea! Originale l’uso di latte di capra…ottima idea per garantirti una focaccia bella soffice… Mi hai fatto venir voglia di focaccia!!!

    Un abbraccio e buona settimana della focaccia
    Monica

    1. lacascatadeisapori dice: Rispondi

      Inizialmente rinfrescavo sempre tutto il mio lievito, poi ad un certo momento era davvero troppo e così ho provato a preparare alcune ricette con l’esubero e devo dire che sono sempre contenta del risultato che ottengo. Grazie mille! Un abbraccio 😉

  3. Non oso immaginare la bontà di tale focaccia. Complimenti è bellissima! Marianna

    1. lacascatadeisapori dice: Rispondi

      Grazie mille!!! Un abbraccio 😛

Lascia un commento