La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d’Uva

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

Oggi secondo il CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO (un progetto che è nato e sta crescendo grazie all’AIFB – Associazione Italiana Food Blogger) si celebra la GIORNATA NAZIONALE  DELLA VENDEMMIA con Alice Del Re come Ambasciatrice.

Banner Calendario

Per l’occasione vi porto a Fontanile, la “patria” di Simone e ormai da 6 anni anche il mio secondo paese.

Situato nel cuore del Monferrato Astigiano, in Piemonte, si contraddistingue per un meraviglioso paesaggio collinare.

Il nome deriva da Fontinali o Fontanilis, “terra ricca di sorgive – terreno ricco di fonti d’acqua”.

Fontanile - Asti

Fontanile risulta oggi, come nei tempi antichi, un luogo la cui attività lavorativa è rivolta all’agricoltura e, in particolare, alla coltivazione della vite.

A differenza del passato dove si coltivavano solo due tipi di vitigni (Malvasia e Nebiolo), oggi sono presenti diverse qualità di Barbera, Dolcetto, Cortese, Moscato d’Asti e Brachetto d’Acqui.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

LA VENDEMMIA

Con il termine vendemmia si intende la raccolta delle uve da vino, in quanto nel caso delle uve da tavola si usa semplicemente l’espressione raccolta.

Il periodo di vendemmia varia tra luglio e ottobre,  Simone mi ha raccontato che tanti anni fa quando ancora non ci conoscevamo con la sua famiglia hanno vendemmiato proprio nel mese di agosto, in una giornata calda e afosa.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

LA VENDEMMIA A FONTANILE

Ormai dalle nostre parti, a causa del cambiamento climatico, iniziamo a vendemmiare sempre tra la prima e la seconda settimana di settembre.

Essendo, Fontanile, un piccolo paese, come anche le altre zone che lo circondano, la vendemmia viene ancora fatta come una volta, almeno per quanto riguarda il taglio dei grappoli.

A fine mattinata o nel tardo pomeriggio, le uve vengono portate presso la Cantina Sociale, (questo non avviene ovviamente per le aziende private) dove attraverso metodi moderni, viene scaricato il rimorchio, ed i vari raccolti si uniscono per creare un ottimo prodotto, dal gusto unico.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

La Cantina di Fontanile

Nata nel 1957, conta oggi una superficie di 300 ettari coltivata a vite, producendo annualmente circa 16.000 ettolitri di vini D.O.C e D.O.C.G., grazie ai coltivatori che ogni anno portano i loro raccolti.

Oggi tutto il processo produttivo e di vinificazione, viene seguito e monitorato seguendo criteri finalizzati alla qualità del prodotto: dai trattamenti dei vigneti, alla selezione e separazione delle uve migliori, alle più moderne tecniche di vinificazione, conservazione ed imbottigliamento.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

La Vendemmia per i viticoltori è forse il momento più faticoso dell’anno, ma è quello che dà maggior soddisfazione.

Dopo i tanti lavori che si fanno nella vigna durante i mesi precedenti, si possono vedere i risultati ottenuti grazie all’impegno dimostrato, o forse è la passione che ogni singola persona mette in quelle che fa.

Pane semi Dolce al Mosto d’Uva

Durante (pausa colazione o merenda tra i filari) e dopo la vendemmia molte famiglie si riuniscono, parlano, ridono, scherzano ma sopratutto mangiano in compagnia, così ho pensato che per festeggiare questo particolare e vivo momento ci volesse una buona ricetta.

Sto parlando di un pane senza impasto, la ricetta a cui mi sono ispirata è salata, ma io l’ho modificata preparando così un prodotto dal sapore più neutro che si può gustare sia dolce che salato.

La versione dolce, la propongo con la marmellata magari di pesche (la mia preferita) mentre quella salata con una robiola di capra fresca o stagionata accompagnata da una CONFETTURA DI ZUCCA, LIME E SPEZIE dell’Agriturismo Ma che bel Castello di Maranzana.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

Preparazione del mosto d’uva

Lavate più volte i chicchi di un grappolo d’uva.

Schiacciateli nel passaverdure, raccogliendo il liquido in una ciotola.

PANE SENZA IMPASTO – RICETTA DI Aldo Bongiovanni

Ingredienti:

  • 500 g di farina 2 macinata a pietra
  • 200 ml di latte o acqua
  • 200 ml di Mosto d’Uva
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di lievito di birra secco
  • Olio di semi
  •  1 pizzico di sale

Preparazione:

Versate tutti gli ingredienti in una terrina, lavorate brevemente con un cucchiaio di legno e, non appena inizia a legarsi, aggiungete un filo di olio di semi, impastate facendolo assorbire.

Rovesciate l’impasto su un piano infarinato, date alcune pieghe di rinforzo, coprite e lasciate lievitare per 12 ore.

Una volta lievitato la superficie presenterà numerose numerose bolle e il volume sarà raddoppiato.

Rovesciate l’impasto su un piano infarinato, date alcune pieghe di rinforzo e mettetelo in un panno pulito e infarinato.

Lasciatelo lievitare per 1 ora circa.

Scaldate la pentola per 10 minuti a 250°C, versate l’impasto all’interno con le pieghe sotto, coprite con il coperchio e fate cuocere a 200°C per 25 minuti, togliete il pane dalla pentola e proseguite per altri 20 minuti.

La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d'Uva

10 Risposte a “La Vendemmia a Fontanile: Pane Dolce al Mosto d’Uva”

  1. Un pane con del mosto d’uva nell’impasto? Sono davvero curiosa di assaggiarlo! Non resta che attendere la vendemmia per recuperare il mosto e poi mi cimento. Una bella idea cara Camilla, e grazie per il tuo racconto della vendemmia a Fontanile, è sempre interessante avere informazioni di prima mano!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Si, conoscevo alcune preparazioni dolci come ad esempio le brioches con all’interno il mosto d’uva, anche perché si può sostituibile con altri liquidi.
      Nella ricetta originale infatti, c’era l’acqua, io invece ho scelto il latte e appunto il mosto.
      Grazie mille, è stato un piacere partecipare alla tua giornata 🙂

  2. grazie Camilla, deve essere davvero particolare!

    Un abbraccio

    Giuli

  3. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

    Grazie mille a te! Un abbraccio 🙂

  4. Proprio buono deve essere…ho l’acquolina in bocca!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ti ringrazio moltissimo! un abbraccio 🙂

  5. mmmm…. il pane al mosto d’uva, non lo conoscevo e mi ispira tantissimo!!!
    Tra l’altro mi piacerebbe una volta portare mio figlio a fare/vedere la vendemmia…so che ci sono molti posti dove fanno partecipare anche i bambini!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Grazie mille! Si, so che molte aziende organizzano questo tipo di attività per famiglie e turisti. 🙂

  6. Idea molto interessante! Per pentola intendi cottura sul fornello? Come fai a regolare la temperatura? (perdona l’ignoranza…)

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Grazie mille! Esistono anche ricette per preparare torte e altro sul fornello, ma per quanto riguarda il mio pane intendo cottura in pentola nel forno.
      Buona giornata 🙂

Lascia un commento