Spaghetti al pesto di peperoni e robiola di Roccaverano per l’Italia nel Piatto

Spaghetti al pesto di peperoni e robiola di Roccaverano

Nuovo appuntamento de l’Italia nel Piatto, la rubrica in cui rappresento la mia regione, il Piemonte.

Il tema di questo mese è “Lo Spaghetto nel piatto… a mezzanotte!”.

Per l’occasione ho deciso di preparare gli Spaghetti al pesto di peperoni e robiola di Roccaverano.

Nello specifico ho scelto dei prodotti tipici del mio territorio ovvero, il Peperone Quadrato d’Asti “della Motta” e il conosciuto e rinomato formaggio di capra, la Robiola di Roccaverano.

Peperone Quadrato della Motta

Questo peperone prende il nome da una piccolissima frazione di Costigliole D’Asti, la Motta, famosa per i suoi orti e per la qualità di questa varietà di peperone.

Di colore rosso o giallo (in prevalenza giallo con tracce di verde), è robusto e pesante, di forma quadrata con polpa carnosa, delicata e molto profumata.

La raccolta avviene principalmente nel mese di luglio.

La coltivazione di peperoni ad Asti e nei suoi paraggi, in particolare nei terreni pianeggianti in prossimità del fiume Tanaro, è nota da oltre un secolo.

Mangiato crudo è ottimo e dà il meglio di sé quando viene spezzato con le mani senza essere tagliato con il coltello.

Le maniere per cucinarlo sono molteplici e la gastronomia astigiana è ricchissima di ricette con il peperone, ma è d’obbligo provarlo nella bagna caoda o con un filo d’olio e un’acciuga.

Fonte: Fondazione Slow Food

Robiola di Roccaverano D.o.p.

Settimanale LAncora

Il formaggio “Robiola di Roccaverano D.o.p.” è un formaggio a pasta morbida, a latte 100% caprino oppure caprino/bovino, realizzato artigianalmente nel territorio situato nelle colline intorno al paese di Roccaverano (AT), in Piemonte.

Le origini della robiola di Roccaverano risalgono ai Celti che, stabilitisi in Liguria, iniziarono a produrre un formaggio simile al prodotto attuale. Della robiola di Roccaverano si fa, inoltre, menzione nelle cronache dell’anno 1000.

Fu con l’avvento dei Romani che questo formaggio assunse il nome di rubeola, dal latino ruber, termine con cui veniva indicato il colore rossastro assunto dalla crosta al termine della stagionatura.

Delle qualità di questo formaggio, e del suo processo produttivo, parlò anche Plinio il Vecchio nei suoi scritti.

Fonte: Consorzio dei Produttori della Robiola di Roccaverano D.o.p.

Spaghetti al pesto di peperoni e robiola di Roccaverano

Ingredienti:

  • 320 g di spaghetti
  • 2 peperoni
  • 100 g di robiola di Roccaverano dop
  • 30 g di pinoli
  • 20
  • g di parmigiano grattugiato
  • 60 ml di olio extra vergine
  • un pizzico di sale

Procedimento:

Pulite e lavate i peperoni. Fateli arrostire in una padella fino a quando sono teneri, lasciateli raffreddare.

Mettete i peperoni nel mixer da cucina, aggiungete la robiola di Roccaverano, i pinoli, il parmigiano grattugiato e tritate gli ingredienti.

Versate l’olio extra vergine d’oliva e un pizzico di sale, amalgamate il composto fino a quando risulta liscio e cremoso.

Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Ponete il pesto di peperoni in una padella e stemperatelo con un mestolo di acqua di cottura per renderlo più morbido.

Scolate gli spaghetti e trasferiteli nella padella con il pesto di peperoni, fate insaporire a fuoco basso mescolando con un cucchiaio.

L’Italia nel piatto

Di seguito tutte le ricette di “Lo Spaghetto nel piatto… a mezzanotte!” proposte dalle 20 regioni di L’Italia nel piatto.

Valle d’Aosta: Spaghetti con pesto di cavolo rosso e noci

Piemonte: Spaghetti al pesto di peperoni e robiola fresca di Roccaverano

Liguria: Spaghetti integrali alle acciughe

Lombardia: Spaghetti gialli alla milanese

Trentino Alto Adige: Bigoi o spaghetti con le sarde

Veneto: Spaghetti al nero di seppia

Friuli Venezia Giulia: Spaghetti di zucchine con trota salmonata di Sutrio

Emilia Romagna:Spaghetti al prosciutto crudo in bianco

Toscana: Spaghetti alla crudaiola “a modo nostro”, con pomodoro pisanello

Marche: Spaghetti con i moscioli di Portonovo

Umbria: Spaghetti alla norcina

Lazio: Spaghetti con la ricotta

Abruzzo: Spaghetti con crema di talli d’aglio rosso di Sulmona

Molise: Spaghetti con la mollica (ricetta molisana)

Campania: Spaghetti aglio, olio e peperoncino

Puglia: Spaghetti alla Sangiuannidde

Basilicata: Spaghetti alici e noci

Calabria: Scilatelle con nduja e cipolle di Tropea

Sicilia: Spaghetti alla Carrettiera

Sardegna: Spaghetti alla Bottarga

L’Italia nel piatto

L’Italia nel piatto “Lo Spaghetto nel piatto… a mezzanotte!”

Camilla - La Cascata dei Sapori

8 pensieri su “Spaghetti al pesto di peperoni e robiola di Roccaverano per l’Italia nel Piatto

  1. Incredibile questa rubrica quante sorprese ci riserva!! Conoscere tutti questi prodotti DOP fa venir voglia di girare l’Italia intera per assaggiarli! Per esempio non pensavo che esistesse una versione stagionata della robiola! Mi piacerebbe molto provarla, così come mi tufferei volentieri sul piatto si spaghetti!! Ciao!!

  2. Questa vostra robiola è un must, purtroppo non ancora abbastanza conosciuta.. bellissima proposta! da leccarsi i baffi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto