LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d’Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d’Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER – I PANI DELLE ALPI

Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d’Aosta

Blog Tour AIFB

Sabato 14 ottobre 50 Comuni della Valle d’Aosta hanno acceso i forni dei villaggi per la tradizionale cottura del pane nero

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Nel fine settimana del 14-15 Ottobre mi sono recata in Valle D’Aosta insieme alla mia famiglia per partecipare al Blog Tour “Lo Pan Ner” organizzato dall’ AIFB.

Per la precisione siamo giunti nel comune di Aymavilles per assistere all’accensione del forno del villaggio di Vercellod.

Appena arrivati siamo stati accolti da Giorgio un gentile e disponibile signore che con il resto della popolazione ci hanno subito fatti sentire a casa.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Non abbiamo perso tempo e siamo andati subito a vedere la preparazione del pane nero di segale.

La stanza piccola e molto calda per via della stufa presente all’interno, permette un’ ottima lievitazione dei pani, che vengono disposti su assi di legno e successivamente trasportati all’esterno per essere infornati.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Le pagnotte, una alla volta prendono il loro posto all’interno del forno, bello caldo, che viene chiuso, in modo da non far perdere il calore e ottenere così una buona e uniforme cottura.

Il pane risulterà bello croccante all’esterno, morbido e profumato all’interno.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Il pane dolce di Aymavilles

Questi che vedete dentro al forno nella fotografia qui sotto, sono dei pani dolci con l’uvetta, tipici del comune di Cogne, ma che ovviamente sono stati reinterpretati dalle signore del paese di Vercellod.

La ricetta ha tra gli ingredienti principali la farina, il latte, lo zucchero, le uova e ovviamente il lievito.

Ho intenzione di realizzare questa preparazione al più presto, perché durante il pranzo ho avuto il piacere di assaggiarne alcune fette, e le ho trovate deliziose.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Al termine della cottura i pani dolci, ancora roventi, vengono sistemati su un tavolo, spennellati di miele e cosparsi con la granella di zucchero.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Hanno veramente un aspetto meraviglioso, e il profumo invade le vie del paese.

Tra un’infornata e l’altra, Giorgio ci racconta molte cose interessanti sulla produzione del pane nero di segale nei tempi passati.

Lo sapevate che ogni villaggio aveva il proprio forno e gli abitanti producevano il pane soltanto una volta per tutto l’arco dei dodici mesi?

Dopo averlo cotto, il pane veniva conservato al fresco nelle cantine, posto su questo asse di legno e appeso in alto, in modo da non farlo rosicchiare dai roditori.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Le pain quotidien de nos ancêtres

All’interno della cappella di Vercellod è stata allestita la mostra “le pain quotidien de nos ancêtres”, un’esposizione di attrezzi e fotografie legati alla tradizione de Lo Pan Ner curata da Emma Bochet e Nella Castellan.

Abbiamo avuto modo di chiacchierare a lungo con la signora Emma, che attraverso il suo amore per la storia e soprattutto i ricordi ancora impressi nella memoria ci ha letteralmente catapultati nei tempi lontani, ad Ozein, dove tutto è iniziato.

Vi ho incuriosito? Volete conoscere anche voi l’inizio della storia del pane nero di segale, a partire dalla sua coltivazione?

Nelle prossime settimane pubblicherò un articolo, con tutte le notizie che mi sono state raccontate.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Nel pomeriggio abbiamo preso parte alla passeggiata nelle vigne della frazione di Vercellod e visitato la Cave des Onze Communes che si è conclusa con la degustazione di alcuni vini.

Anche in questo caso, ho pensato di dedicare un articolo a parte, perché le cose interessanti da scrivere sarebbe troppe e secondo me, in questo post non avrebbero la giusta considerazione.

LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

La cena è stata preparata dalla Pro Loco di Aymavilles che ci ha deliziato con pane nero e lardo di Arnad, il Favò di Ozein, piatto a base di fave e come dessert il pane dolce accompagnato da panna montata.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

La Grange · Chambres d’hôtes

La giornata è ormai giunta al termine, non ci resta che raggiungere la La Grange · Chambres d’hôtes, il B&b che ci ha ospitati per questo Blog Tour.

Una volta “La Grange” era un rustico adibito a fienile, con annessa la casa del fattore.

Oggi, il vecchio edificio è stato ristrutturato, conservando intatta la sua cantina, luogo di degustazione dei vini di famiglia.

La struttura dispone di cinque camere doppie ed un studio, affacciate sui vigneti, sono accoglienti ed arredate con gusto, quelle al piano terra usufruiscono di ampia area verde privata.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Un enorme GRAZIE, va a Giorgio e sua moglie, che ci hanno aperto le porte della loro casa e trattato come amici di vecchia data.

L’altro ringraziamento è ovviamente per i volontari, nonché abitanti del paese, che hanno reso ancora più meravigliosa questa esperienza.

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

La mattina seguente, ci siamo recati ad Aosta, dove in Piazza Émile Chanoux, si è tenuta la seconda parte della festa de Lo Pan Ner.

Per tutti colori che non erano presenti al sabato nei villaggi, sotto i portici del municipio di Aosta “Lo Tsaven Campagna Amica” si è potuto acquistare il pane nero, che data la grande affluenza di persone è terminato in poche ore.

LO PAN NER – I PANI DELLE ALPI

Blog Tour AIFB

LO PAN NER. Aymavilles e il forno di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Dalle ore 10.00 c’era la possibilità di visitare la città di Aosta e i siti storici legati alla filiera cerealicola con partenza dall’Arco di Augusto.

Al termine della giornata sono stati premiati i miglior pani dei villaggi per l’edizione 2017 del concorso Lo Pan Ner.

CLASSIFICA

Il miglior pane nero della tradizione

1° Forno di Avise – Runaz
2 ° Forno di Fénis
3° Forno di Morgex – La Ruine

Il miglior pane dolce della tradizione

1 ° Forno di Courmayeur – Dolonne
2 ° Forno di Cogne – Gimillan
3° Forno di Perloz – Marine

Il miglior pane della nuova tradizione

 Mauro Chiaravelli – Valtournenche
 Glavinaz Erik – Saint-Vincent
 La Biopanetteria di Saint-Pierre

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Tra le tante attività proposte, vi erano:

  • Degustazione dei pani dolci della tradizione;
  • Dimostrazione di alcune fasi della lavorazione dei cereali in montagna;
  • Presentazione di oggetti realizzati dagli artigiani valdostani;
  • Distribuzione gratuita di pasta madre di farina di segale;

LO PAN NER. Aymavilles e il comune di Vercellod in Valle d'Aosta. Blog Tour AIFB

Noi, come Associazione Italiana Food Blogger eravamo presenti in piazza con la “nostra casetta in legno” per la distribuzione delle ricette presentate per il contest sul pane nero di segale, rivisitato da alcune blogger delle varie regioni italiane.

Nella sezione del blog Viaggiando con Gusto potete leggere la mia esperienza durante gli altri Blog Tour a cui ho preso parte.

3 commenti

  1. Che bella esperienza, complimenti ^_^

  2. Bellissima esperienza e bellissimo ricordo ☺
    Spero di rivederti presto.
    Un abbraccio 😃

  3. Ma bello questo post, grazie Camilla!!
    Un abbraccio, alla prossima esperienza insieme!

Lascia un commento