Gelato allo zafferano

Gelato allo zafferano

Oggi secondo il CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO (un progetto che è nato e sta crescendo grazie all’AIFB – Associazione Italiana Food Blogger) si celebra la GIORNATA NAZIONALE  DELLO ZAFFERANO con Sabrina Fattorini come Ambasciatrice.

Banner Calendario

Zafferano… Lo sapevate che?

E’ una pianta (bulbo – tubero) che viene trapiantata in primavera e il cui fiore sboccia a ottobre.

Questo fiore ha un colore che varia dal lilla chiaro al viola purpureo, all’interno della sua corolla si trovano 3 fili di colore rosso, da questi ultimi si ricava lo zafferano.

Dove si coltiva lo zafferano?

I maggiori produttori al mondo sono la Persia, l’India, la Spagna e la Grecia; in pochissime quantità viene coltivato in Italia (negli Abruzzi e in Sardegna).

Risultati immagini per zafferano
http://www.zafferanoitaliano.it/

Come si riconosce la qualità dello zafferano?

Aprendo una bustina di zafferano la polvere che vi trovate davanti agli occhi deve essere uniforme, senza puntini bianchi, di colore rosso vivo.

Se intravedete nella polvere i puntini bianchi o la stessa polvere è rosso chiaro vuol dire che è stata utilizzata una qualità scadente oppure che lo zafferano è stato mischiato con altri componenti senza nessun valore gastronomico e commerciale.

Cucinando, in quale momento aggiungo lo zafferano alla preparazione?

In generale lo zafferano va aggiunto a fine cottura e mescolato con cura agli altri ingredienti.

Così facendo, sprigiona tutto il suo profumo che viceversa andrebbe in gran parte perso durante la cottura.

Perché lo zafferano è così caro?

La coltivazione, la raccolta e la lavorazione dello zafferano sono interamente manuali.

Per produrre 1 kg di zafferano è necessario raccogliere sui campi circa 150 mila fiori e occorrono più o meno 500 ore di lavoro.

Da circa 20 fiori si ricavano 60 pistilli che una volta essiccati e lavorati servono per preparare una bustina di zafferano.

FONTE: Ricettari dello zafferano Bonetti

Per celebrare questa giornata ho deciso di proporre un insolito Gelato allo Zafferano, vi stupirà!

Gelato allo zafferano

Ingredienti:

  • 2 tuorli grandi
  • 300 ml di latte intero
  • 200 ml di panna fresca
  • 1 bustina di zafferano
  • 150 g di zucchero di canna
  • cacao per la decorazione

Preparazione:

Versate il latte e la panna in una casseruola, portate dolcemente a ebollizione, unite lo zafferano e mescolate fino a scioglierlo, quindi coprite e lasciate raffreddare.

Montate i tuorli in una casseruola con le fruste elettriche, aggiungendo via via lo zucchero, fino a renderle belli spumosi.

Unite poi il mix di latte e panna e mescolate.

Mettete il composto sul fuoco e fatelo cuocere a fuoco molto dolce fino a ottenere una crema che vela il cucchiaio.

Trasferitela nel freezer e lasciatela per almeno 6 ore.

Ogni 2 ore mescolate il gelato, in questo modo sarà cremoso.

Gelato allo zafferano

10 commenti

  1. Bellissimo questo gelato. Il gusto lo conosco, lo ho mangiato una volta in Toscana, era davvero buonissimo così come sn certa del sapore del tuo.

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Grazie mille, per me è stata la prima volta, anche perché nelle gelaterie delle mie zone non c’è neanche l’ombra di questo particolare gusto! 🙂

  2. Delizioso!!! L’ho assaggiato per la prima volta quest’anno in una gelateria!!Infatti pensavo di provarlo in casa e ora ho pure la ricetta già pronta e provata! Grazieee

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ciao! Grazie mille 🙂
      Io non l’avevo mai mangiato prima, nelle gelaterie dei miei posti non si trovano gusti così particolari. 🙂

  3. i fiori dello zafferano sono bellissimi, ma il gelato dev’essere altrettanto buono!
    Che idea originale!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Grazie mille! 🙂

  4. Quest’anno non sono riuscita a trovare un buco in freezer per infilare la macchina del gelato e quindi non ne ho preparato nemmeno uno… Che mania quella di avere sempre tutto stracolmo! Questo gelato però mi sta facendo davvero venire voglia di prepararlo! Non ne avresti ancora una coppetta per me?!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Si, hai proprio ragione, siamo sempre pieni di roba e non abbiamo mai spazi liberi 🙂
      Oh se fosse per me, te ne preparerei una coppetta molto volentieri. grazie e buona serata!

  5. Ciao Camilla, prima di tutto grazie del tuo bellissimo contributo alla giornata dello zafferano. Io vivo vicino a San Gimignano, uno dei luoghi storici, dello zafferano, e proprio a qui, c’è una fantastica gelateria (campioni mondiali di gelato per molti anni) che fa un gusto fantastico, alla crema di zafferano: si chiama Crema di Santa Fina, che è la patrona di San Gimignano. Ovviamente in casa non lo faccio mai, vado a mangiarlo già pronto!!! Ma se mi passerà un po’ di atavica pigrizia, proverò la tua ricetta!!! Un abbraccio!

    1. Camilla - La Cascata dei Sapori dice: Rispondi

      Ciao Sabrina, grazie a te per il commento, è stato un piacere partecipare alla tua giornata.
      Buono a sapersi della famosa gelateria, non si sa mai magari farò un viaggio a San Gimignano con tappa: gelato allo zafferano.
      Un abbraccio.

Lascia un commento