Le mie Tartellette con Panna Cotta alla Bagna Caoda e Peperoni Arrostiti per Il Club del 27

Le mie Tartellette con Panna Cotta alla Bagna Caoda e Peperoni Arrostiti per Il Club del 27

Le mie Tartellette con Panna Cotta alla Bagna Caoda e Peperoni Arrostiti per Il Club del 27

Torna il consueto e irresistibile appuntamento con Il Club del 27.

Questo mese abbiamo deciso di rispolverare non solo alcune ricette tratte dal Tema del Mese, ma addirittura quelle stampate su carta (uno dei bellissimi libri pubblicati dall’MTChallenge).

Siete a corto di idee per la preparazione di saporite e gustose torte salate?

Per la prossima scampagnata fuori porta avrete l’imbarazzo della scelta, dopo aver scoperto le proposte realizzate dalla community.

Torta a Torta: le Torte Salate per Il Club del 27

Ricetta tratta da TORTE SALATE più di 100 golose ricette per una sfida torta a torta MTChallenge – Gribaudo

pag. 101 di Manuela Oliveri: adietadalunedi.blogspot.it

Le mie Tartellette con Panna Cotta alla Bagna Caoda e Peperoni Arrostiti per Il Club del 27

Ingredienti per 24 mini Tartellette

  • 375 g di pasta frolla salata

Ingredienti Pasta Frolla Salata (impasto con uova):

  • 250 g di farina
  • 150 g di burro a temperatura ambiente
  • 1 uovo medio
  • un cucchiaino di sale
  • un cucchiaio di latte (facoltativo)

Metodo per gli impasti con le uova:

Utilizzate burro a temperatura ambiente: estraetelo dal frigorifero 10 minuti prima di iniziare a impastare.

Setacciate la farina con il sale sul piano di lavoro e fate la fontana: aggiungete il burro tagliato a dadini e l’uovo.

Iniziate a lavorare con la punta delle dita, incorporando via via la farina: l’impasto cambierà di consistenza, suddividendosi in grosse briciole.

A questo punto, iniziate a impastare con il palmo della mano facendo leva sui polsi.

Non lavorate eccessivamente l’impasto: 4 o 5 volte dovrebbero essere sufficienti per ottenere una pasta liscia e omogenea.

Datele la forma di una palla, avvolgetela nella pellicola per alimenti e ponete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo (almeno 30 minuti).

Per la Panna Cotta alla Bagna Caoda:

  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 250 ml di panna fresca
  • 30 g di burro
  • 70 g di acciughe dissalate
  • 4-5 spicchi di aglio
  • 50 ml di latte fresco intero
  • 2 fogli di gelatina

Procedimento:

Stendete la pasta frolla salata e rivestite 24 stampini piccoli per tartellette.

Mettete in freezer per mezz’ora, coperti con carta da forno e procedete a una cottura in bianco a 180 °C per 15 minuti, coperti con carta da forno e pesi (es. ceci) e poi 5 minuti senza carta da forno.

Mettete da parte le tartellette e preparate il ripieno.

Sbucciate l’aglio, eliminate l’anima e sbianchitelo in acqua bollente per pochi minuti: cambiate l’acqua, portate nuovamente a bollore, e fate di nuovo bollire l’aglio, per 2-3 minuti ancora.

Mettetelo poi in una casseruola con il latte e cuocetelo a fiamma dolce, fino a quando non sarà quasi completamente disfatto.

Scolatelo dal latte in eccesso e frullatelo con le acciughe e due cucchiai di panna.

Versate la purea così ottenuta in un’altra casseruola, unite il resto della panna e il burro e portate a bollore.

Abbassate il fuoco e proseguite la cottura per 3-4 minuti, senza mai smettere di mescolare.

Spegnete il fuoco e unite la gelatina, precedentemente ammollata in acqua fredda e ben strizzata.

Fatela sciogliere mescolando delicatamente.

Fate intiepidire, mescolando di tanto in tanto per evitare che si rapprenda.

Appena la crema inizierà ad addensarsi versatela nelle tartellette fino quasi al bordo.

Mettetele in frigorifero fino al momento di servire (almeno 2 ore).

Nel frattempo fate arrostire i peperoni in forno a 200 °C fino a quando la pelle non sarà bruciacchiata.

Fateli intiepidire dentro un sacchetto del pane, poi sbucciateli e privateli dei filamenti e dei semi.

Tagliateli a striscioline e decorate le tartellette prima di servire.

11 Risposte a “Le mie Tartellette con Panna Cotta alla Bagna Caoda e Peperoni Arrostiti per Il Club del 27”

  1. Troppo carine, bravissima 🙂

  2. Mamma mia che bontà, e poi sono proprio carine. Brava Camilla!

  3. Mariella Di Meglio dice: Rispondi

    Ero stata tentata di fare anch’io queste, poi, per vari motivi, ho cambiato idea, ma è sulla lista delle cose da provare

  4. davvero insolita! Non sai quante volte ho letta questa ricetta, mi ha sempre incuriosito, ma non l’ho mai provata…sarà ora di agire! Bellissime le tue tartellette!

  5. Tartellete impecabili e invitanti! Da porca figura!

  6. Ne voglio una subito…sono bellissime

  7. Wow! Queste tartellette sono deliziose!

  8. Belline da matti queste tartellette.

  9. Ma sono davvero belline!!

Lascia un commento